Home

Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le province di Parma e Piacenza

piazza San Giovanni Paolo II, 5A - 43121 PARMA

(già via Giambattista Bodoni, 6)

tel. 0521 - 212311 - VoIP: 85210.3811

fax 0521 - 212390

e-mail: sabap-pr@beniculturali.it

PEC: mbac-sabap-pr@mailcert.beniculturali.it

Orari di apertura al pubblico:

da lunedì a venerdì dalle ore 9.00 alle ore 14.00

C.F. 92130650341 - Codice IPA: BELGFF

 

Soprintendente ad interim: arch. Corrado Azzollini

 

DOVE SIAMO

 

EVENTI E MANIFESTAZIONI

Parco Archeologico Neolitico di Travo - Riapertura al pubblico

30 luglio 2020

La Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le Province di Parma e Piacenza, il Comune di Travo ed ArcheoVea Impresa Culturale sono lieti di comunicare che a partire dal 25 luglio 2020, il Parco Archeologico Neolitico di Travo torna ad essere accessibile in piena sicurezza a cittadini e visitatori che vogliano scoprire la lunga e affascinante storia di questo luogo speciale nel cuore della Val Trebbia. Per permettere lo svolgimento delle visite in sicurezza, sarà consentito l'ingresso al Parco ad un massimo di 20 persone per turno. Obbligatorio l'uso della mascherina. Per info, costi e prenotazione ingressi (consigliata): 340-1939057, info@archeovea.it, pagina Facebook "Villaggio Neolitico della Val Trebbia - Travo".

Per maggiori informazioni scarica il comunicato stampa integrale.

NEWS 

Piacenza, area dell’ex-Manifattura Tabacchi: nuovi rinvenimenti archeologici di età romana – Comunicato stampa

10 luglio 2020

A Piacenza, nell’area di nuova lottizzazione nota con il nome di “ex-Manifattura Tabacchi”, in zona periurbana a est del circuito murario farnesiano, a seguito di sondaggi preliminari e durante l’attività di monitoraggio archeologico prescritto dalla Soprintendenza, sono emerse nuove testimonianze archeologiche di età romana. In tutto sono state rinvenute cinque tombe, da porre in relazione con una piccola necropoli posta al di fuori della città, forse lungo un antico asse di percorrenza o in corrispondenza di un piccolo stanziamento rurale. In epoca romana, infatti, la zona in questione, benché poco distante dalle mura urbane, si collocava in aperta campagna.
Le sepolture – ancora in corso di studio – seguono, nella maggior parte dei casi, il rito dell’incinerazione e sono dotate di corredi essenziali ma indicativi per determinare la cronologia di riferimento. Dalle prime analisi dei materiali, sembra plausibile datare questa piccola necropoli ai primi decenni del I sec. d.C.
La scoperta aggiunge nuovi dati sulla topografia funeraria di Piacenza romana; maggiori informazioni potranno, tuttavia, acquisirsi solo con ulteriori approfondimenti di studio. Scarica un’immagine dei ritrovamenti.
Direzione scientifica: dott. Marco Podini, Funzionario archeologo Soprintendenza ABAP per le province di Parma e Piacenza
Archeologo professionista incaricato di seguire i lavori: dott.ssa Maria Giovanna Cremona

Istanze autorizzazione ai lavori ex art. 21 del D.Lgs. 42/2004 e smi, Beni mobili – Comunicazione

26 maggio 2020

In merito alle istanze di restauro beni mobili, ai sensi dell’art. 21 del D.Lgs. 42/2004 e smi, si comunica che la documentazione di progetto, così come previsto anche dalla modulistica standardizzata art. 21, dovrà essere corredata da quanto più precisamente indicato nel seguente allegato. Si invita pertanto a verificare la completezza della documentazione prima dell’invio dell’istanza.

Prevenzione dal contagio da COVID-19 – Comunicazione parziale ripresa attività lavorativa in presenza

15 maggio 2020

Si comunica che dal 18 maggio, gli uffici della Soprintendenza riprenderanno una parziale e graduale attività in presenza presso la sede istituzionale. In questa prima fase, tuttavia, e fino a nuove disposizioni, resta precluso l’accesso agli uffici da parte dell’utenza esterna. Poiché il lavoro agile resta ancora la modalità ordinaria di svolgimento delle attività lavorative, si invita a privilegiare lo strumento della posta elettronica per eventuali comunicazioni dirette ai funzionari di questo Ufficio. Si ricorda a tal proposito che nella sezione organigramma di questo sito sono riportati tutti i recapiti del personale della Soprintendenza.

Area Educazione e ricerca – Aggiornamento sito web

15 aprile 2020

Si comunica che il sito web di questa Soprintendenza è stato implementato con le attività dell’area Educazione e Ricerca e con quelle dell’Ufficio tirocini, a cui si rimanda per ogni approfondimento. 

Approvazione contributi 2020 (artt. 31, 35 e 36 del D.Lgs. 42/2004 e smi)

27 marzo 2020

Si comunica che con DM 13 febbraio 2020 è stata approvata la programmazione degli interventi finanziari del MiBACT a favore del proprietario, possessore o detentore di beni culturali per l'anno 2020, ai sensi degli artt. 31, 35 e 36 del Codice dei beni culturali e del paesaggio, di cui si pubblica lo stralcio relativo agli interventi finanziati nelle province di Parma e Piacenza. Il decreto è stato registrato da parte della Corte dei Conti in data 11 marzo 2020.

Nuovo indirizzo Soprintendenza

10 gennaio 2020

Si comunica che a seguito della Delibera di toponomastica della Giunta Comunale di Parma n. 282/2019, è stato modificato l’indirizzo di questa Soprintendenza, via Giambattista Bodoni 6, ora Piazza San Giovanni Paolo II 5A.

Prestiti per mostre ed esposizioni - Circ. 29/2019 DG ABAP

6 dicembre 2019

Si pubblica la Circolare n. 29/2019 della Direzione Generale Archeologia Belle Arti e Paesaggio recante Prestiti per mostre ed esposizioni, ai sensi dell'articolo 48 del Decreto Legislativo 42/2004. Istruzioni e procedure operative per il rilascio delle autorizzazioni. Delega ai Soprintendenti delle autorizzazioni relative alle manifestazioni che si svolgono sul territorio nazionale.

Scarica la circolare e relativo allegato 

Concessione di ricerche e scavi archeologici – Precisazioni procedurali

11 novembre 2019

Si comunica che in ottemperanza alla circolare n. 30 del 07.11.19 della Direzione Generale ABAP “Concessione di ricerche e scavi archeologici. D.Lgs 42/04, artt. 88-89. Prescrizioni procedurali”, dall’entrata in vigore della stessa, è stato modificato l’iter procedurale di presentazione delle domande di concessione di ricerche e scavi archeologici, in particolare la rendicontazione e documentazione di scavo da fornire al termine della ricerca. Pertanto i richiedenti dovranno attenersi strettamente a quando indicato nella circolare suddetta e relativo allegato.

Per maggiori informazioni scarica la circolare n. 30/2019.

Adeguamento del PTPR al Codice dei beni culturali e del paesaggio - Aggiornamento ricognizione tutele paesaggistiche

21 maggio 2019

In relazione alle attività in corso di adeguamento del Piano Territoriale Paesaggistico Regionale al Codice dei Beni culturali e del Paesaggio, avviate a seguito dell'intesa siglata nel 2015 tra Regione Emilia-Romagna e Segretariato regionale MiBAC e all'insediamento nel dicembre 2016 del relativo Comitato Tecnico Scientifico, si comunica che coerentemente con i principi di trasparenza e leale collaborazione interistituzionale, Regione e MiBAC ritengono opportuno procedere alla pubblicazione sui propri siti dei risultati finora raggiunti dal Comitato Tecnico Scientifico nell'attività di ricognizione dei beni paesaggistici, che saranno oggetto di progressive integrazioni con l'avanzare del processo di validazione. È importante sottolineare che le risultanze hanno carattere di sola informazione dei progressi finora raggiunti nell'individuare con la massima precisione possibile l'esatta perimetrazione così come sancita nei provvedimenti istitutivi. Infatti il valore giuridico è sancito dal testo dell'atto istitutivo del bene, di cui la perimetrazione verificata dal Comitato Tecnico Scientifico si propone come interpretazione autentica. È quindi possibile consultare gli esiti della ricognizione degli immobili e aree di notevole interesse pubblico (art.136 del D.Lsg.42/2004) che comprendono anche tutti i documenti istitutivi delle tutele, oppure visualizzarli sulla mappa interattiva del WebGIS del Segretariato regionale del MiBAC. Si rimanda alle medesime pagine per ogni ulteriore approfondimento.

Avvio nuovo protocollo informatico G.I.A.D.A - Modalità di trasmissione documenti

30 aprile 2019

Si comunica che a far data dal 1° maggio, al fin di adempiere a quanto previsto dalla normativa vigente e in particolare dal Codice dell'Amministrazione Digitale, D.Lgs. 82/2005 e smi, le istanze andranno trasmesse esclusivamente in formato digitale, mediante PEC all'indirizzo: mbac-sabap-pr@mailcert.beniculturali.it. Per i privati non in possesso di indirizzo PEC, sarà possibile trasmettere la documentazione all'indirizzo di posta ordinaria: sabap-pr@beniculturali.it. Si ricorda che le politiche di sicurezza informatica adottate dal MiBAC, impediscono l'accesso ai servizi commerciali di condivisione remota (es. WeTranfer, Google Drive, Dropbox ecc.), pertanto l'eventuale trasmissione effettuata per il tramite di simili canali, non potranno essere prese in carico dalla scrivente. Si coglie altresì l'occasione per rammentare la necessità di predisporre in maniera accurata i disegni in formato digitale (layout di stampa, spessori linee, quote, retini, ecc.) al fine di garantirne la leggibilità.

Scarica la nota trasmessa alle pubbliche amministrazioni.

 

 


Consulta tutte le altre News di interesse... (tra cui contributi, IMU e locazioni per immobili vincolati)